Carmen by Gabriella Parisi - International Women’s Day #BeBoldForChange

Carmen è il nuovo cortometraggio scritto e diretto dall'artista Gabriella Parisi, la storia è liberamente ispirata alla novella di Prosper Mérimée, pubblicata nel 1845 e da cui è tratta anche l'indimenticabile e celeberrima opera di Georges Bizet.
La colonna sonora originale è firmata da Alessandro Porcella, musicista, compositore e music producer, reduce da numerosi riconoscimenti internazionali, che ha già collaborato in passato con Gabriella Parisi per le colonne sonore del cortometraggio Fly on the blue side e del film d'arte Over Game, quest'ultimo esposto alla 54. Mostra Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia nel 2011. 
Il personaggio Carmen, secondo l'artista, incarna il prototipo di una personalità femminile indipendente e passionale che è intrinsecamente fedele solo all'idea dell'amore e della libertà, non ai suoi uomini e alle regole sociali. Inoltre, Carmen è un personaggio così diverso da quelli delineati da Ibsen con la sua Nora, in Casa di bambola e da Alexandre Dumas figlio, in La signora delle camelie, con Margherita, tanto da evidenziare tutti i segni di una presa di posizione femminile, prettamente contemporanea, contro i dettami imposti da un certo pensiero e retaggio di natura maschilista che riduce l'amore al mero possesso, non lasciando alcun margine di libertà alla donna.
La conclusione tragica dell'esistenza di Carmen è il canto del cigno di un destino da cui non poteva sottrarsi ma, nello stesso tempo, è un'esaltazione del sommo valore della libertà a cui Carmen non ha voluto rinunciare nemmeno davanti allo spauracchio della morte, immolando la sua stessa vita. 
La Carmen di Gabriella Parisi non ambisce ad essere un'opera fedele alla novella di Mérimée ma quanto all'idea di libertà espressiva, una libertà che non si avvolge su un significato univoco ma che sviscera, in una spasmodica ricerca di verità sul significato della realtà, molteplici interpretazioni e immagini, amplificando il punto di vista. Inoltre l'opera è intrisa dello spirito poetico presente in Illuminations di Rimbaud e, per alcuni aspetti, è intimamente interconnessa alla sua ricerca e visione.
Il ritmo diegetico di Carmen scorre sui binari della metanarrazione, con accelerazioni di immagini di matrice postmoderna e con frenate riflessive tese alla “decostruzione” del senso che riflettono sulla riflessione stessa, con una restituzione immaginifica della narrazione, totalmente rinnovata e in continuo slancio catartico, tesa a immergersi nei meandri più profondi del pensiero che anima l'agire di Carmen. 
E, in ultima istanza, l'opera suggerisce “finali potenziali” che aprono lo scenario su di una realtà in progress che si libera proprio del finale e che si modella, invece, con la sensibilità dello spettatore, rimandando concettualmente alla libertà ontologica che, non accontentandosi del dato fenomenologico, anela a un senso ultimo e più profondo del senso della vita e a ricongiungersi con la dimensione trascendente.

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Gabriella Parisi's Interview - Insight Magazine n.4, Accademia di Belle Arti di Roma. (Focus Section - p. 52-63)

Quei sondaggi nell'immagine - La Gazzetta del Mezzogiorno. By Pietro Marino

Descrizione immagine

Giochi fatti ad arte. Neoludica: i videogame entrano alla Biennale

La Repubblica XL - Giugno 2011

Descrizione immagine
Descrizione immagine

Gabriella Parisi - RKERMANIZADEH blog by Ian Bogost

Descrizione immagine

Over Game (or Game Over, depending on the translation) - RKERMANIZADEH blog by Ian Bogost

Descrizione immagine

Il videogioco come forma d'arte contemporanea - Fanpage.it, Autori

Descrizione immagine

Gabriella Parisi e il suo eclettismo artistico - La Voce del Nisseno by Michele Bruccheri

Descrizione immagine

Interview: Gabriella Parisi - by ItsLiquid

Descrizione immagine
Bookmark and Share